Area

Per consolidare l’idea di scomporre le figure e ricomporle in rettangoli, per calcolare più velocemente la loro area, abbiamo lavorato con queste schede:

  • ho fotocopiato per ogni bambino la foto con il disegno degli otto poligoni
  • ho stampato su carta di otto colori due o tre copie delle pagine successive (pagina 2 verde scuro; pagina 3 arancione; pagina 4 azzurro; pagina 5 rosa; pagina 6 giallo; pagina 7 rosso; pagina 8 verde chiaro; pagina 9 pesca
  • ogni bambino ha ricevuto la scheda con i poligoni e le 8 figure geometriche colorate (quadrati e rettangoli) da scomporre.

Il lavoro consente nel sovrapporre i poligoni colorati e quadrettati sui poligoni della scheda principale, individuare quello giusto in base a larghezza e/o altezza, disegnare con matita e righello i tagli da fare, tagliare e ricoprire il poligono. Non è un lavoro facile, ma dopo i primi due o tre poligoni fatti insieme, diversi bambini hanno capito e hanno proceduto da soli. Gli altri hanno lavorato insieme a me e siamo riusciti a completare il lavoro in circa un’ora.

Una cosa utile è avere un po’ di poligoni colorati in più a disposizione, così se qualcuno si sbaglia nel tagliare può prendere un altro pezzo e riprovare.

Un errore in cui i bambini incorrono sempre in questo lavoro è pensare che il quadrato azzurro (che ricopre la figura 5) possa ricoprire la figura 8 senza tagli. Non è così, ovviamente, ma è interessante osservare, alla fine del lavoro, che il bordino bianco che rimane se si sovrappone il quadrato da 16 cmq al poligono 8 equivale di fatto a ben 2 cmq.

La figura 4, per essere coperta dal giallo senza ribaltare il triangolo dalla parte senza quadretti, dovrebbe essere tagliata come la figura 7 (ponendo il giallo al centro e tagliando i due triangolini in alto). Tuttavia, considerato che stavo lavorando con bambini di quarta e che hanno proposto loro il taglio, ho accettato questa soluzione, che però non funziona con il trapezio scaleno della figura 7.

Comments are closed.