Mese: Marzo 2017

Problemi

Questa mattina i bambini hanno risolto tre problemi misti, gli altri tre li risolveranno lunedì. I disegni non sono utili alla soluzione, sono solo delle decorazioni.

Poi hanno rappresentato con l'abaco alcuni numeri oltre il 100.

Compito di casa: moltiplicazioni in colonna

Prove INVALSI

Stamattina abbiamo cominciato con questa scheda, fotocopiata fronte e retro, che contiene sette quiz tratti dalle Prove INVALSI del 2016 e del 2015.

Ho dato ai bambini circa mezzora di tempo, anche se molti hanno terminato prima. Per la correzione ho proceduto in questo modo: ho ridato le schede ai bambini, ma in modo che nessuno avesse la propria scheda. Ho spiegato che, usando una matita colorata (rossa, arancione o verde), ognuno avrebbe dovuto correggere il lavoro di un compagno. Ho insistito molto sul fatto che bisognava scrivere bene, perchè si lavorava sulla scheda di un'altra persona e che, per nessun motivo, dovevano criticare ad alta voce gli errori commessi dal bambino di cui stavano correggendo la scheda. Detto questo, abbiamo cominciato a correggere insieme, riflettendo, come sempre, su come procedere, quali strumenti utilizzare, quali erano le difficoltà incontrate, ecc.

Devo dire che i miei alunni si sono comportati bene. Sullo svolgimento della prova non posso dire nulla, perchè non ho ancora avuto il tempo di guardarla.

Abbiamo continuato con un ripasso delle moltiplicazioni in colonna e con il completamento di una scheda abbastanza difficile, che di solito utilizzo all'inizio della terza.

Tabelline

Oggi pomeriggio abbiamo fatto una gara di tabelline dal 2 al 5. come sempre ci vuole tempo per la loro memorizzazione.

Abbiamo completato anche queste due pagine del libro di testo.

Minion – cilindro

Oggi pomeriggio abbiamo ricordato che tempo fa avevamo diviso le scatole in due gruppi: rotolano e non rotolano.

Negli ultimi 10 giorni abbiamo raccolto un po' di tutoli della carta igienica. Ne abbiamo tagliato alcuni e abbiamo visto che si ottiene un rettangolo; per chiudere il cilindro, dovremmo aggiungere due cerchi uguali. Dopo aver definito il cilindro, ci siamo dedicati alla costeuzione dei Minions, utilizzando come base proprio il tutolo della carta igienica. Ogni bambino ha avuto della carta gialla per avvolgere e ricoprire il tutolo; una salopette da ritagliare; uno o due occhi da ritagliare e incollare; un pezzetto di cartoncino nero per fare i capelli; un pezzo di cartoncino giallo per chiudere il cilindro (facoltativo). 

Siamo stati molto soddisfatti del risultato.

 

Esercizi vari

Anche questa mattina abbiamo fatto un po' di tutto. Siamo partiti da un quiz INVALSI 2016 e devo dire che, forse memori della discussione sul quiz di ieri, una buona parte dei miei alunni è riuscita a trovare una strategia risolutiva. I bambini che sono riusciti a spiegare il modo in cui sono arrivati all'11 hanno scelto tutti lo stesso procedimento, che è grosso modo questo: "ho pensato che i punti delle due freccette sono 20+8 e quindi 28, da 28 a 39 va bene l'11, quindi la terza freccetta va sull'11".

Nessuno ha preso in considerazione la sottrazione 39 – 20 – 8. E nessuno ha immaginato che la terza freccetta avrebbe potuto essere sia sul 20 che sull'8. In fondo alla pagina abbiamo "formalizzato" i due ragionamenti con una addizione (suggerita dai bambini) e una sottrazione (suggerita da me).

Abbiamo continuato con attività individuali: il calcolo in colonna senza i bastoni è andato bene, ho solo due bambini che non riescono ad avere un ordine accettabile e il fatto di risolvere operazioni oltre il 100 piace moltissimo a tutti; nella soluzione dei tre problemi, la maggior parte dei bambini ha proceduto autonomamente con risultati che mi hanno molto rassicurato; nella scheda sui numeri tra 100 e 200 nessuno ha incontrato difficoltà.

Compito di casa: studiare la tabellina del 5 e ripassare quelle del 2, 3, 4

 

Calcolo in colonna senza bastoni

Stamattina siamo partiti alla grande con un altro quiz delle prove INVALSI 2016.Anche questa volta la difficoltà maggiore è stata quella di capire il problema e trovare una strategia. 

Poi abbiamo lavoato insieme al calcolo in colonna, perchè tutto in una volta ho eliminato i "bastoni" e introdotto le centinaia. Vedremo domani, quando dovranno lavorare da soli.

Per concludere, ho dato una scheda da completare con i numeri da 101 a 200; successivamente ognuno doveva scegliere 15 numeri della tabella e scomporli. Questo tipo di attività è semplice e forse anche banale, ma nelle prove INVALSI ci sono anche quiz di scomposizione.

Tabellina del 5 e prove INVALSI

Questa mattina ho dato ai miei scolari questa scheda, che contiene quattro quiz INVALSI. Ognuno ha lavorato individualmente, in assoluto silenzio, senza fare nessun tipo di domanda. Tempo stabilito: 15 minuti al massimo. Anche questa volta hanno consegnato i fogli puliti, senza segno di calcoli o altro. Solo quattro bambini hanno scritto la numerazione nel primo esercizio. Pochissimi hanno capito l'ultimo quiz.

Finito il tempo, mentre i bambini lavoravano sulla tabellina del 5, ho corretto tutte le prove, per rendermi conto della situazione. Alla fine della mattinata ho consegnato a ciascuno il suo foglio e abbiamo impiegato almeno 20 minuti per riflettere sulle strategie che potevano essere adottate, scrivendo numerazione, calcoli, ecc. I bambini di sette anni non riescono a trasferire le loro competenze in contesti diversi da quelli conosciuti e non riescono a organizzarsi per trovare strategie risolutive che sono solo apparentemente banali, come fare un disegno, ad esempio. Questo, a mio parere, rende le prove INVALSI di seconda più ostiche di quelle di quinta.

I bambini hanno scritto la tabellina del 5 e hanno completato i rettangoli del 5.

Inoltre hanno completato un esercizio di calcolo in colonna e rappresentato dei numeri tra 100 e 200 sull'abaco.

 

Tabellina del 5

Oggi pomeriggio abbiamo completato la pagina del libro con la tabellina del 5.

Poi i bambini hanno lavorato individualmente su questa pagina, che poi abbiamo corretto insieme.